Incontro Soros-Gentiloni, G. Chiesa: "Inquietante. E’ venuto a chiedere mano libera?"

da intelligonews.it

Il tribunale di Bari

Il tribunale di Bari

Giulietto Chiesa 4 maggio 2017

Cosa è venuto a fare George Soros in Italia? Perché ha incontrato il Premier Paolo Gentiloni? Quale è stato il tema dell’incontro fra il magnate americano e il Presidente del Consiglio? C’entra qualcosa lo scandalo legato alle Organizzazioni non Governative e alle accuse rivolte ad alcune di queste di essere in combutta con i trafficanti di migranti? Soros non è considerato uno dei principali finanziatori di molte Ong nel mondo? Dall’incontro non sono uscite notizie ufficiali in grado di rispondere a queste domande.
Intelligonews le ha quindi girate al giornalista Giulietto Chiesa esperto di scenari geopolitici.


Cosa è venuto a fare Soros a Roma e di cosa possono aver parlato lui e Gentiloni?


"Non ho la minima idea di cosa si siano detti, non ci sono notizie certe al riguardo e anche questo ritengo sia inquietante. Posso soltanto immaginarlo e ritenere che questa visita non sia affatto casuale". Incontro Soros-Gentiloni, G. Chiesa: ''Inquietante. E’ venuto a chiedere mano libera?''


E'' una coincidenza il fatto che Soros, considerato il principale finanziatore di molte organizzazioni, sia venuto proprio mentre divampa lo scandalo Ong-migranti?


"Aspettiamo di sapere quello che dirà il Premier Gentiloni che ha ricevuto Soros con tutti gli onori. Io credo serva un chiarimento nazionale di vaste proporzioni. Soros è accusato di essere uno dei principali organizzatori del disordine in atto in Europa e in Italia. Mi pare che le cose che sappiamo siano più che sufficienti. Che alcune ong siano strettamente legate con le fondazioni, diverse e numerose del signor Soros, è appurato, quindi ci sono in ballo i suoi soldi. Sarebbe interessante sapere chi è che ha autorizzato Soros a mettere in atto queste catene di solidarietà internazionale che rischiano di compromettere la sicurezza nazionale del nostro Paese. Temo ci siano troppe mani interessate, non a salvare la vita dei poveri disgraziati che arrivano sulle nostre coste, quanto piuttosto a determinare i destini dell’Italia e dell’Europa calpestando gli interessi nazionali".


Quindi quali argomenti potrebbe aver trattato con Gentiloni?


"L''ipotesi più probabile è che sia venuto in Italia per capire se il Governo italiano condivide quello che qualche magistrato sta facendo, tutelando l’ordine pubblico e applicando le leggi italiane. E’ venuto a chiedere mano libera? E se è così, cosa gli ha risposto Gentiloni?"


Però nel Governo sulle ong le posizioni sono divergenti. Dopo Alfano sembra che anche Minniti voglia vederci chiaro. Anche questo potrebbe alimentare eventuali timori di Soros?


"Anche questo è probabile. Spero sinceramente che nel Governo emergano posizioni diverse e che vi siano persone decise a difendere la nostra sovranità nazionale. So perfettamente che in questo Governo come nel precedente i difensori della sovranità nazionale sono spariti, ma mi auguro che ce ne sia qualcuno capace di fare resistenza. Al momento però vedo solo timidi sospiri".


http://www.intelligonews.it/le-interviste-della-civetta/articoli/4-maggio-2017/60423/incontro-soros-gentiloni-a-palazzo-chigi-inchiesta-ong-migranti-parla-giulietto-chiesa/

'