La verità vi fa male, lo so

Risposta a Giovanni Romano

Il tribunale di Bari

Il tribunale di Bari

Giulietto Chiesa 26 gennaio 2016

Ho appena ascoltato la trasmissione della Zanzara con G. Chiesa. A parte i due conduttori insopportabili, secondo me Chiesa oramai è proprio imbarazzante; denuncia complicità acclarate già note ad una vasta perte dell''opinione pubblica per poi imbastire stratosferici complotti planetari massonici che nessuno potrà mai dimostrare, senza fornire una fonte o un documento verificabile che sia uno, più o meno come le scie chimiche o roba del genere. Peccato perché una volta era un buon giornalista, ma evidentemente gli anni passano per tutti, uno dovrebbe rendersi conto quando il suo tempo è finito e ritirarsi a vita privata. Per non parlare del "reportage " dalla Siria che sta fra l''Isituto Luce e Kim il Jong Un quando assiste all''esplosione della sua bombetta nucleare con tutti che gli battono le mani.




A Giovanni Romano occorre ricordare che i documenti e le analisi che fondano le mie conclusioni sono scritte e rintracciabili facilmente nei miei libri, dal 2001 in avanti. Dunque dire che non ho elementi per sostenere ciò che dico è tutto da dimostrare. Secondo: esporre argomenti di qualsiasi genere di fronte a capre ignoranti come i due terroristi sotto forma di giornalisti, è del tutto impossibile. Ci provi lui e vediamo come ci riesce. A meno che non li abbia per complici. Ho già spiegato — e rispiego — che a quegli scontri ci vado proprio per fare ascoltare le mie tesi (con qualche difficoltà, certo, ma ci riesco quasi sempre) a pubblici che, appunto, non raggiungo mai con i miei canali. Dunque Romano mi dà ragione, involontariamente. Infine mi chiedo perché dovrei "ritirarmi a vita privata".E'' un suggerimento o una minaccia? Non è il primo a chiedermi di tacere. Che è un segnale importante della forza dei miei argomenti. Per altro io sono già "ritirato a vita privata", da tempo, ma dispongo ancora di un cervello. O volete chiudermelo? Infine: capisco che la verità non piace a gente come Romano, ma non ci posso fare niente. Ho visto una Russia molto forte. La mostro agli occidentali stupidi, che ci fanno correre il rischio, sottovalutandola, di andare in guerra con l''idea di vincerla.


Cioè lavoro per la pace.

'