Il Napoli vince ma a passare è il Granada: non basta il 2-1 al Maradona

Vantaggio immediato del Napoli con Zielinski, il Granada pareggia con Montoro prima del 2-1 definitivo di Fabian Ruiz, nella ripresa.

Granada vince a Napoli e passa agli ottavi di Europa League

Granada vince a Napoli e passa agli ottavi di Europa League

Globalsport 25 febbraio 2021Globalsport

Si riprendeva dal 2-0 dell'andata in Spagna e al Napoli serviva una mezza impresa per ribaltare il risultato dell'andata. Cosa che non è successa perché la squadra di Gattuso ha vinto per 2-1, un risultato che non basta per ribaltare il parziale. La squadra di Gattuso è quindi la prima italiana a uscire dalla fase ad eliminazione diretta.

Un primo tempo particolarmente intenso quello fra il Napoli e il Granada: sono stati ben 6 i giocatori ammoniti fra gioco, scintille che hanno visto Politano, Kenedy, Montoro, Maksimovic per comportamento non corretto, mentre Duarte e Insigne per gioco scorretto.  

Il Napoli si è dimostrato sin da subito, intenzionato a colmare il 2-0 subito all’andata contro gli spagnoli 

I padroni di casa centrano la prima rete nei primissimi minuti del primo tempo con Zielinski. 

Il centrocampista polacco avanza indisturbato, entra in area e di sinistro trafigge Rui Silva.

Nonostante la buona difesa del Napoli, il Granada, dopo qualche errore di troppo, ritrova il vantaggio e al 25’ Montoro firma un gol di testa. 

Il Napoli al 35’ spreca invece una punizione ben calciata da Insigne: il pallone centra la traversa, altra occasione sprecata Di Lorenzo con un gol in evidente fuori gioco. 

Fuori per infortunio Gonalons e Neva. 

 

Il secondo tempo riparte con un cambiamento di modulo per il Napoli 4-4-2, dopo l’ingresso in campo di Ghoulam, cambiamento anche per il Granada con la difesa a tre. 

Parte molto bene il Napoli, che spreca una bella occasione ala 52’ con Elmas, ma Rui Silva in uscita bassa chiude lo specchio della porta, ma il gol per il Napoli non tarda comunque ad arrivare: al 59’ Fabian Ruiz, servito da Insigne centra la rete che porta il Napoli in vantaggio. 




Il Napoli ritrova fiducia dopo il gol, si accende e prova ad attaccare, ma si spegne poco dopo alcune azioni inconcludenti come il colpo di testa di Mertens, su cross di Lorenzo, ma il pallone resta lontano dalla porta e una conclusione sbilenca di Fabian Ruiz. 

Sempre Fabian Ruiz al 74’ sprecherà un’ottima occasione su spunto di Zielinski: conclude in modo impreciso di destro, da buona posizione. 

Saranno diverse le occasioni sprecate del Napoli in questa partita: all’86’ ci prova Insigne di destro a giro, ma Rui Silva in tuffo si rifugia in corner, anche nel recupero (ben sette minuti) ci riprova e nel primo minuto Ghoulam con un colpo di testa, ci prova da posizione ravvicinata, ma Rui Silva risponde presente.

La squadra di Gattuso dà il tutto per tutto, vincendo, ma non riesce comunque a battere il Granada: nonostante siano stati per buona parte del secondo tempo in balia degli avversari provati anche da vari infortuni, riescono a tenere botta e a qualificarsi per gli ottavi di finale,

mentre il Napoli esce dall’Europa League, complice anche una difesa non troppo eccellente che ha permesso al Granada di realizzare un gol nel primo tempo che è pesato come un macigno.