Napoli-Cagliari 2-0. La squadra di Spalletti vola in vetta. Sardi sempre più in crisi.

Prosegue il momento magico dei partenopei, a segno grazie ai gol di Osimhen e al rigore di Insigne. I sardi, nonostante il cambio di allenatore, sono sempre in crisi di risultati.

Victor Osimhen, attaccante del Napoli

Victor Osimhen, attaccante del Napoli

Globalsport 26 settembre 2021Globalsport
Il Napoli ingrana la sesta e continua a guidare il campionato di Serie A. Agli azzurri bastano le reti di Osimhen ed Insigne (su calcio di rigore) per regolare un Cagliari troppo rinunciatario al Diego Armando Maradona. Prova di forza della squadra di Spalletti, capace di dominare il possesso palla e soffrire pochissimo le folate offensive dei rossoblu. I partenopei continuano a vincere, mentre i sardi - nonostante il cambio in panchina - continuano ad essere in crisi di risultati.



Pre-partita

Il Napoli accoglie il Cagliari dell'ex Walter Mazzarri per l'ultima partita di questa domenica di Serie A. I padroni di casa andranno alla ricerca della sesta vittoria consecutiva per proseguire il grande inizio di campionato. I sardi, invece, dopo l'esonero di Semplici hanno raccolto un punto di un due partite col tecnico toscano: pari all'Olimpico contro la Lazio e sconfitta interna contro l'Empoli.

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Anguissa, Fabian Ruiz; Politano, Zielinski, Insigne; Osimhen. A disposizione: Meret, Marfella, Malcuit, Demme, J.Jesus, Elmas, Lozano, Mertens, Ounas, Petagna, Manolas, Zanoli. All. Spalletti.

CAGLIARI (3-5-1-1): Cragno; Caceres, Godin, Walukiewicz; Zappa, Marin, Strootman, Deiola, Lykogiannis; Nandez; Joao Pedro. A disposizione: Aresti, Keita, Bellanova, Altare, Pereiro, Oliva, Ceppitelli, Grassi, Pavoletti, Radunovic, Carboni. All. Mazzarri.


Secondo tempo
Finisce 2-0 per la squadra di Spalletti.

Solo Napoli in questo secondo tempo. Al 90' Ounas, dopo aver vinto un rimpallo, parte palla al piede col sinistro e serve dentro l'area di rigore Petagna. Conclusione mancina del centravanti azzurro murata da Cragno.

Al 73' Insigne prova ad illuminare la manovra azzurra con un'invenzione sulla destra per l'inserimento di Di Lorenzo. L'esterno partenopeo, però, non riesce a controllare il pallone in area di rigore.

Al 64' i partenopei vanno vicini alla tripletta. Mario Rui trova sulla verticale Anguissa che, dopo un paio di finte, torna dal portoghese. L'esterno azzurro tocca per Insigne che mette in mezzo per l'accorrente Zielinski: destro fuori di pochissimo.

Al 56' il Napoli raddoppia su rigore: Osimhen supera nell'uno contro uno Godin che, sulla sterzata del centravanti nigeriano, lo stende in area di rigore. Decisione ineccepibile di Piccinini. Esecuzione perfetta del capitano Insigne: destro a mezz'altezza, solo sfiorato da Cragno, che mette a segno il raddoppio azzurro. 


Primo tempo
La prima frazione si conclude col vantaggio del Napoli per 1-0. 

Allo scadere del primo tempo si ripropone in avanti la squadra di Mazzarri: lancio in profondità per Joao Pedro, che si appoggia all'indietro per Lykogiannis. Cross del laterale rossoblu sul secondo palo per Nandez, anticipato in maniera provvidenziale da Mario Rui.

Al 31' Fabian Ruiz fa viaggiare sulla corsia sinistra Mario Rui. Cross di prima intenzione del portoghese verso l'area di rigore: anticipo della difesa cagliaritana sul solito Osimhen. I sardi non riescono ad uscire dalla propria metacampo: la pressione degli azzurri è davvero asfissiante per gli uomini di Mazzarri.

Al 24' il Napoli risponde: lancio dalle retrovie a cercare Osimhen in contropiede, con l'attaccante nigeriano che punta la difesa rossoblù e scarica un destro terrificante da fuori area. Palla fuori di poco.

Al 18 grande occasione per i sardi: su calcio d'angolo sul secondo palo spunta Caceres col destro che, complice una deviazione, non trova la porta per questione di centimetri.

All'11 la squadra di Spalletti va subito in vantaggio. Ottima palla in profondità di Anguissa per l'inserimento a destra di Zielinski, che mette dentro un assist perfetto sul primo palo per Osimhen, pronto a ribattere in rete col destro. 
Il Napoli è costantemente in pressing offensivo, senza lasciare spazi alla ripartenza del Cagliari.