Pannofino: "in tutti questi anni ho assistito al tafazzismo della sinistra; il M5s? So' ragazzi..."

L'attore in studio: "dalla banalizzazione può uscire uno sdoganamento del razzismo, bisogna fare attenzione"

Francesco Pannofino

Francesco Pannofino

globalist 26 marzo 2019

Ospite a DiMartedì c’è anche l’attore romano Francesco Pannofino, che ha partecipato al dibattito con gli ospiti in studio. Intervistato da Floris, l’attore ha raccontato il suo percorso politico: “Ho sempre votato un partito e ho sempre perso. Ho assistito al tafazzismo della sinistra in questi anni, ora speriamo in un nuovo corso anche se il partito si è disintegrato dall'interno da Prodi passando per D'Alema"


Riguardo poi i cinque stelle, Pannofino non riesce a trattenere la battuta: “Io non li ho votati, però ne ho conosciuti e conosco molti che li hanno votati. Che ve devo dì, so’ ragazzi”.
Riguardo poi la storia di Rami e Adam, argomento su cui gli ospiti in studio si agitano molto, Pannofino chiosa: "Questi atteggiamenti possano dare la stura a sentimenti sopiti che la cultura aveva tenuto nascosti e ora rischiano di uscire con tutta la loro violenza. Attraverso questa banalità si sdogana il peggior razzismo".