Le parole di Diodato: "Dedico la vittoria a Taranto, la mia città"

Il vincitore della settantesima edizione del Festival a margine della conferenza stampa finale ha reso omaggio alla sua famiglia e alla sua città

Diodato vince il Festival di Sanremo

Diodato vince il Festival di Sanremo

globalist 9 febbraio 2020

È un fiume in piena di emozioni Diodato dopo il successo la settantesima edizione del Festival di Sanremo, destinata ad essere ricordata a lungo per tutto quello che è successo prima e durante la kermesse: “Ci sto capendo veramente poco – ha spiegato il cantante durante la conferenza stampa notturna - una sensazione stranissima perché il festival è fatto di attese lunghissime, ti carichi di un'emotività incredibile, ma mi sono sentito accolto con un calore che non mi aspettavo".


Il cantante pugliese, che si è piazzato davanti il vincitore del Festival 2017 Francesco Gabbani e ai Pinguini Tattici Nucleari ha voluto rendere omaggio a tutti quelli che gli sono stati vicino: “Dedico questo premio alla mia famiglia, che hanno fatto 'molto rumore' nella mia vita, e lo dedico anche a tutta l'altra famiglia, quella che si è creata intorno a me, a quelli che hanno lavorato con me perché sanno chi sono, sanno come ragiono e conoscono l'attenzione con cui voglio fare rumore”.


Diodato dedica il successo anche alla sua città, Taranto, segnata negli anni da diverse vicende pesantissime, ricordando che la sua è “una città per cui bisogna fare tanto rumore".