Jane Fonda di nuovo in manette per le proteste per il clima: "Greta Thunberg mi ha ispirata"

L'attrice e attivista ha una lunga storia di proteste alle spalle: "Sono stata un'attivista per il clima per lungo tempo e ho fatto conseguenti scelte di vita privata"

Jane Fonda

Jane Fonda

Di nuovo manette per Jane Fonda: l'attrice 81enne, che solo la scorsa settimana è stata nuovamente arrestata per aver protestato per il clima. Ora l'attivista è stata di nuovo messa in stato di fermo dalla polizia mentre manifestava davanti Capitol Hill: "Greta Thunberg mi ha davvero colpita", ha deto l'attrice che è tornata nelle fila della disobbedienza civile.
Decisa a ritornare alle glorie di 'Jane Hanoi', come veniva chiamata quando era in prima fila nelle proteste contro la guerra in Vietnam, Jane Fonda ha detto in un'intervista al Washington Post di avere intenzione di farsi arrestare ogni venerdì, il giorno scelto da Greta Thunberg per la protesta di fronte al Parlamento svedese che ha lanciato il movimento dei "fridays for future" in tutto il mondo, per le prossime 14 settimane.
"Sono stata un'attivista per il clima per lungo tempo e ho fatto conseguenti scelte di vita privata: guido un'auto elettrica, riciclo, mangio meno carne, evito la plastica. Ma sono consapevole che queste scelte individuali non possono cambiare le cose con la necessaria velocità - ha spiegato -.
Mi sono chiesta allora che cosa potessi fare di più e Greta Thunberg, la studentessa svedese che ha dato il via allo sciopero della scuola tutti i venerdì, mi ha davvero colpito. Poi ho letto l'ultimo libro di Naomi Klein 'On Fire: The Burning Case For a Green New Deal'. E queste due cose mi hanno fatto capire che dovevo mettere me stessa in gioco, unirmi alla lotta degli studenti e di Greta".
"L'unico problema per me e' che sono vecchia - ha raccontato -, ho avuto difficoltà a salire sul veicolo della polizia perché ero ammanettata dietro la schiena e non avevo nulla a cui aggrapparmi".