Salvini, nuovo segnale agli evasori: un'imposta per rimettere in giro i contanti non dichiarati

Il Ministro a Porta a Porta: "L'unico modo per combattere l'evasione è tagliare le tasse"

Salvini

Salvini

globalist 11 giugno 2019
Ospite a Porta a Porta, Salvini è tornato a parlare di evasione fiscale: "Non parlo di soldi all'estero ma mi dicono tanti esponenti di banche e imprese che ci sono alcune decine se non centinaia di miliardi di euro di risparmio e denaro contante nelle casette sicurezza. Possiamo fare finta di niente o rimettere in circuito questi soldi".
Alla domanda se si tratta di soldi 'sotto il materasso', non dichiarati: "Certo" risponde Salvini, ribadendo che "l'unico modo per combattere l'evasione è tagliare le tasse".
La proposta di Salvini è di fatto una sanatoria: "se sono frutto di proventi lecitamente ottenuti, posso farmi pagare un'imposta e restituire il diritto a riutilizzare questi soldi" sostiene il Ministro. Ma il punto è che si tratta pur sempre di soldi sottratti al fisco, pure se lecitamente ottenuti.