Prestito Fca, il mezzo altolà di Zingaretti: "Il governo vigili sull'utilizzo delle risorse"

Il segretario democratico: "Massima attenzione su questi strumenti e sugli effettivi utilizzi che le imprese faranno di queste risorse, Fca compresa"

Zingaretti

Zingaretti

globalist 18 maggio 2020
Non un altolà ma la storia ha avuto una certa eco e anche il Pd ha preso le distanza nonostante una lunga storia di cedimenti ai liberisti e al ‘marchhionnismo”
"Ora il Governo dovrà vigilare con la massima attenzione su questi strumenti e sugli effettivi utilizzi che le imprese faranno di queste risorse, Fca compresa".
Lo ha scritto su Facebook il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, aggiungendo che "nelle politiche di incentivi e prestiti con garanzia statale alle imprese e ai grandi gruppi industriali deve essere determinante la finalità di utilizzo delle risorse che devono servire a stabilizzare l'occupazione in Italia e a non delocalizzare le produzioni, e a realizzare una nuova stagione di crescita, innovativa che punti alla sostenibilità. Purtroppo in Italia molte volte gli accordi sono stati disattesi, con gravi danni per i lavoratori e i soldi pubblici".
"Noi difendiamo l'Italia, lo sviluppo, il lavoro - sottolinea Zingaretti - Questo è il filo conduttore di tutte le nostre azioni. Mai come in questa fase è giusto e necessario mettere in campo tutti gli strumenti possibili per favorire gli investimenti e salvaguardare l'occupazione in Italia".