Tragedia nel motociclismo: muore in gara il 15enne Dean Berta Viñales

Il pilota spagnolo, cugino di Maverick Vinales, è stato investito dai piloti che lo inseguivano nella gara di Supersport 300

Dean Berta Viñales

Dean Berta Viñales

Globalsport 25 settembre 2021Globalsport

Pochi mesi dopo la morte del giovane 20enne Dupasquier, prosegue la lunga scia di tragedie che colpisce il mondo dei motori.

Dean Berta Viñales, pilota 15enne della categoria Supersport 300, ha perso la vita dopo essere caduto in gara-1 a Jerez.

Lo spagnolo, cugino di Maverick Vinales e pilota del team gestito dal papà del pilota Aprilia, è stato centrato dagli altri rider accorrenti e le condizioni sono subito apparse critiche.

Dorna, dopo l'incidente, ha cancellato la giornata di gare a Jerez dove si sarebbe dovuta correre la Superbike.

Dean Berta Viñales, classe 2006, è caduto a pochi giri dal termine della gara. Subito bandiera rossa, ma le condizioni del giovane pilota sono subito apparse critiche.

Prelevato in elisoccorso, il 15enne doveva essere trasportato all'ospedale di Siviglia, ma successivamente è stato deciso di non partire e restare nel centro medico del circuito dove qualche minuto dopo è stato constato il decesso per le serie lesioni.

Secondo quanto comunicato il giovane pilota spagnolo sarebbe stato centrato dai piloti che lo stavano inseguendo. Ha subito gravi lesioni a testa e torace e nonostante il duro lavoro dei medici non c'è stato nulla da fare.

Ad annunciare la dipartita dello spagnolo ci ha pensato la stessa Superbike tramite un tweet: "Siamo profondamente rattristati di segnalare la perdita di Berta Vinales. La famiglia del World SBK invia amore alla sua famiglia, ai suoi cari e alla sua squadra. La tua personalità, entusiasmo e impegno ci mancheranno enormemente. Mancherai a tutto il mondo delle corse motociclistiche, Dean. Guida in pace".

Il 15enne spagnolo stava attraversando un bel momento di forma nel corso della sua prima annata nel Campionato del Mondo FIM Supersport 300.

A Magny-Cours in gara-2 aveva conquistato un quarto posto prima della sesta posizione portata a casa in gara-2 al Circuit de Barcelona-Catalunya oltre ad aver firmato il giro più veloce in gara-1.