Il monito di Lavrov: "La politica Usa in Siria rischia di incendiare l'intera regione"

Il ministro degli esteri russo preoccupato per il disimpegno americano, premessa di una invasione turca nel Nord del Paese: Damasco e Ankara dialoghino.

Lavrov

Lavrov

globalist 9 ottobre 2019
La politica americana in Siria rischia di "mettere a fuoco" la regione, ha avvertito oggi il capo della diplomazia di Mosca, Sergei Lavrov, in un momento in cui la Turchia si prepara a un'operazione militare contro le milizie curde nel Nord del Paese.
curdi nella regione "sono molto preoccupati" dopo l'annuncio degli Stati Uniti di un ritiro delle truppe e "temono che incendierà l'intera regione". "Bisogna evitarlo a tutti i costi", ha detto Lavrov, durante un viaggio verso il Kazakistan.
"Abbiamo ripetutamente espresso la nostra posizione su quello che sta accadendo nel nord-est della Siria, inclusa la regione al confine turco-siriano. E la nostra posizione è inequivocabile e si basa sulla necessità di risolvere tutti i problemi di questa parte della Siria attraverso un dialogo tra il governo centrale di Damasco ed i rappresentanti delle comunità curde che storicamente risiedono in questo territorio". Lo ha affermato in conferenza stampa il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, dopo l'annuncio della Turchia di un'imminente offensiva nel nord-est della Siria, secondo quanto riferito dall'agenzia di stampa 'Sputnik'.