Trump offrì la grazia a Assange se lo avesse scagionato dal Russiagate

Il legale del fondatore di WikiLeaks ha comunicato questa notizia alla Westminster Magistrates' Court, prima dell'udienza di estradizione la prossima settimana. 

Julian Assange

Julian Assange

globalist 19 febbraio 2020

La Casa Bianca smentisce, ma si sa che le smentite di Trump valgono poco più di zero, essere il miliardario un mentitore seria


Un testimone dell'udienza di estradizione di Julian Assange sosterrà che il presidente Donald Trump gli offrì la grazia se il fondatore di WikiLeaks avesse escluso un coinvolgimento della Russia nella divulgazione di e-mail durante le elezioni statunitensi.


Il legale di Assange ha comunicato questa notizia alla Westminster Magistrates' Court, prima dell'udienza di estradizione la prossima settimana. 


l giudice distrettuale Vanessa Baraitser ha dichiarato ammissibile la deposizione del testimone. La Casa Bianca ha invece sostenuto che l'affermazione è "una completa invenzione e una bugia totale".


Assange deve fronteggiare una richiesta di estradizione negli Stati Uniti con 18 capi di imputazione per la pubblicazione di cablogrammi. Rischia 175 anni di reclusione se ritenuto colpevole.