Hanau: Salvini evita le parole razzismo, destra e 'terrorismo ma parla solo di 'follia'

Capitan Nutella, amico degli estremisti di AfD fa una dichiarazione densa di ipocrisia politica svicolando dai veri termini della questione pur di negare il virus xenofobo che infesta molte persone

Strage razzista ad Hanau in Germania

Strage razzista ad Hanau in Germania

globalist 20 febbraio 2020
Un altro esempio di ipocrisia politica. In Germania un estremista di destra razzista uccide molte persone, tutte immigrate, spiegando che l’unico modo per agire è quello visto che i migranti non possono essere cacciati in altro modo.
Oltre a ciò il terrorista suprematista bianco ha anche lanciato un appello agli americani (sì agli americani) perché si sveglino e combattano contro la cospirazione.
Si aggiunga infine che da almeno un paio di anno i servizi segreti tedeschi sostengono che il pericolo neo-nazista ha superato quello di matrice jihadista.
E di fronte a questo scenario Salvini, l’amico di AfD, che fa? Se la cava con una dichiarazione, appunto, ipocrita.
"Orribile strage a Hanau in Germania, una preghiera per i morti innocenti, un pensiero per i feriti e le famiglie delle vittime della follia omicida, un abbraccio di solidarietà al popolo tedesco".
Non ci vuole un genio per notare che non è stata usata la parola terrorismo. Che non siano state usate le parole razzismo e estrema destra e, soprattutto, che tutto sia stato ricondotto alla follia omicidio. Ossia un pazzo
Un pazzo che si è abbeverato alla retorica dell’invasione, della sostituzione etnica, della difesa dei confini e quant’altro. Per questo Salvini e quelli come lui si tengono alla larga dal raccontare cosa sia realmente accaduto.