I talebani hanno rinviato l'insediamento del governo dopo le pressioni degli Usa

Con la mediazione del Qatar si è deciso di posticipare l'evento per non farlo coincidere con i 20 anni dall'attacco alle torri gemelle che scatenò l'invasione dell'Afghanistan

Talebani

Talebani

globalist 11 settembre 2021

Sarebbe stata una provocazione enorme che avrebbe sicuramente causato ulteriori tensioni tra Stati Uniti e talebani.

La decisione di non insediare ufficialmente oggi il loro nuovo governo in Afghanistan, in coincidenza con l'anniversario degli attentati dell'11 settembre, sarebbe stata presa su richiesta degli Usa e di altri alleati della Nato attraverso il governo del Qatar, che con gli stessi Talebani ha stretti rapporti.

E' quanto scrive la Cnn indiana citando fonti non precisate.

Secondo la stessa emittente, il governo di Doha avrebbe fatto pressione sui Talebani perché posticipassero la data dell'evento al fine di non provocare Washington.

Alla cerimonia dell'insediamento sono stati invitati rappresentanti di Cina, Russia, Iran, Turchia e Qatar. Ma Mosca ha fatto sapere attraverso lo stesso Qatar che non avrebbe preso parte all'evento se fosse stata confermata la data odierna.