Una scuola di Barcellona contro il sessismo delle favole: oltre 200 volumi ritirati

Una commissione di insegnanti e genitori ha ritirato quei libri che hanno ritenuto inadeguati ai tempi moderni, come Cappuccetto Rosso e Biancaneve

Cappuccetto rosso

Cappuccetto rosso

globalist 12 aprile 2019
Una scuola materna di Barcellona, la Táber, ha deciso di bandire alcune delle favole classiche, come 'Cappuccetto rosso' e 'La bella addormentata' perché considerate sessiste: sono in tutto 200 i volumi che sono stati ritirati dagli scaffali della scuola, su accordo di una commissione composta sia da genitori che da insegnanti, che ha scartato alcuni volumi definendoli tossici in quanto propongono modelli sessisti.
Sarà quindi un mondo senza Biancaneve quello in cui cresceranno i bambini di Barcellona? Non è detto: infatti la scuola ha annunciato che ha intenzione di rimettere mano a queste favole per renderle più egualitarie dal punto di vista del genere. E il caso della scuola doi Barcellona non è l'unico: sono già molte le scuole spagnole che stanno seguendo questo esempio, reputando corretto che le favole per bambini si adeguino ai tempi.