Burioni, disputa social: "Mi seguono su twitter per lamentarsi perché twitto..."

Un'altra puntata della 'battaglia' sui social tra il virologo e gli haters o i No-Vax che non perdono occasione per attaccarlo

Burioni

Burioni

globalist 10 maggio 2020

Prodigi del mondo social: "Ho scoperto che c'è gente che mi segue per leggere i miei tweet e poi lamentarsi perché twitto". A 'cinguettare' è Roberto Burioni che, forse stanco degli 'haters' acquisiti insieme alla popolarità sui social, condivide la scoperta con i suoi follower. Ma a replicare non ci sono solo sostenitori.


Ai tanti che esprimono solidarietà al virologo con un dantesco "non ti curar di loro" - o che ironicamente commentano "benvenuto su internet" facendo notare come la polemica sia "uno dei principi fondamentali di Twitter" - si aggiungono infatti i critici del professore, che lo accusano di eccessivo "protagonismo".


"È un social. Pensava di essere al Cern?", scrivono, mentre domandano: "Mi scusi, lei è un virologo o un influencer?". Ma fra qualche critica, ecco anche chi sdrammatizza con una battuta: "Se riesce a capirne il motivo e trovare una cura - scherzano - potrebbero darle il suo nome, o almeno dare il nome al principio attivo! 'Ero malato di ipertwitterismo - l'ipotetico slogan - ma grazie al Burionium 2mg sono guarito'".