Il direttore Aifa cauto sulla terapia con il plasma: "Non mi aspetto miracoli"

Le parole di Nicola Magrini: "Occorre procedere selezionando ex pazienti con più anticorpi nel plasma, che però non sempre hanno il potere di neutralizzare il virus"

Nicola Magrini

Nicola Magrini

globalist 22 maggio 2020
Nicola Magrini, direttore generale dell'Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa), ha così commentato lo studio della terapia con il plasma iperimmune: "Con Ebola il plasma dei convalescenti è andato così così o maluccio. Occorre procedere selezionando ex pazienti con più anticorpi nel plasma, che però non sempre hanno il potere di neutralizzare il virus. Vedremo dallo studio randomizzato in corso se salva vite e quante. Ipotizziamo una riduzione moderata del 5-10% della letalità. Non mi aspetto miracoli, ma può essere un'arma in più per i pazienti più gravi".