Torna “La citta dei lettori” per la prima volta in tutta la Toscana

L’iniziativa dedicata alla letteratura partirà il 18 giugno. Tra i tanti ospiti ci saranno Michela Murgia, Carlo verdone e Roberto Saviano.

La città dei lettori 2021

La città dei lettori 2021

Redazione 10 giugno 2021Culture
Tutto pronto per la nuova edizione de“La città dei lettori”, sotto la direzione di Gabriele Ametrano ideata dall’associazione culturale Wimbledon. Il Festival dedicato al libro e alla letteratura, organizzato in più di 60 appuntamenti, per la prima volta toccherà nove comuni della Toscana. Oltre 100 gli ospiti che si alterneranno tra i vari eventi tra i quali spiccano i nomi di: Roberto Saviano, Michela Murgia, Toni Servillo, Nicola Lagioia, Carlo Verdone, Umberto Galimberti, Ilaria Gaspari e Beppe Severgnini. 

Come riportato dall’Ansa, il direttore Ametrano ha dichiarato che l’obiettivo è quello di "riaffermare l'importanza di portare la cultura fra le persone”.

Nel corso degli appuntamenti spazio anche ai giovani con 'Io Leggo!', alle passeggiate di "Paesaggi letterari", e al "Florence Book Party". In occasione del festival sono nati i progetti “Scuola di lettura” e la “Vetrina degli editori fiorentini”, un luogo che riunisce gli editori fiorentini. Inoltre per rendere omaggio a Dante Alighieri a settecento anni dalla morte, “La città dei lettori” si inserisce nel progetto Piazza Dante.  

Di seguito gli appuntamenti in calendario:
partirà a giugno da Pontassieve (18/19) e Grosseto (25/26), per poi toccare a luglio Montelupo Fiorentino (1/2), Villamagna (10/11), Sesto Fiorentino (14/15) e Arezzo (23/24). Ad agosto la rassegna sarà a a villa Bardini a Firenze (26/27/28/29), per andare a chiudere a settembre con Calenzano (2/3/4) e Bagno a Ripoli (10/11). L'iniziativa festeggierà i 180 anni di attività di Giunti editore (il 26 agosto) e rinnoverà la collaborazione con il Premio Strega che porterà a Firenze (27 agosto) i vincitori delle sezioni del premio. 

Il festival è inoltre realizzato con il contributo, tra gli altri, del Comune di Firenze, di Fondazione Cr Firenze e Fondazione Parchi monumentali Bardini e Peyron e il supporto di Unicoop Firenze e Istituto Europeo del Design.