Dal tg2 un attacco 'sovranista' alla Francia, aspettando la perfida Albione

Così il Tg2 Salvini/Meloni continua nella sua politica estera che strizza l'occhio a Lega e Fdi.

Tg2

Tg2

globalist 7 giugno 2019
Alcuni lettori e fonti della Rai, nei giorni scorsi, hanno spiegato che la dicitura Tg2 Salvini che spesso viene evocata da Globalist è in parte sbagliata, perché ultimamente a Saxa RUbra si parla del Tg2 Salvini/Meloni, visto che la linea editoriale è, come dire, così in sintonia con un governo destra-destra, tanto da essere un tg al 50% di opposizione (opposizione ai soli 5 stelle, come l'orgasmo anti-Trenta ha dimostrato) e per l'altro 50% molto attento a Fratelli d'Italia, così da risultare assai comodo a Matteo e Giorgia, perché il potere è il potere, ma al cuore non si comanda, tanto più che l'ipotesi di una alleanza tra i successori dei fascisti e gli amici dei fascisti è tutt'altro che irrealizzabile.
Così il Tg2 Salvini/Meloni continua nella sua politica estera che strizza l'occhio a Lega e Fdi: prima con gli attacchi a Fazio per l'intervista a Macron (la capitale dell'Italia è Roma urlava la nipotina politica di Almirante, ricordate?)  poi con le accuse infondate alla Svezia di essere un paese nel quale in alcune parti si applicava la sharia per cavalcare un di islamofobia che fa sempre bene, poi con l'inviato in Ungheria per spiegare come sotto un governo sovranista finalmente si vivesse bene.
E oggi? Con la scusa del mancato accordo tra Fca e Renault un bel servizio anti-francese, paese verso il quale fin dai tempi del balcone di Mussolini la destra italica nutre sentimenti di avversione.
Il tutto, perché perfino Toninelli capisse le allusioni, con una frase finale: se lo facciamo noi siamo sovranisti, se lo fanno i francesi va bene.
Frase che più di un Tg del servizio pubblico sembrava estrapolata da uno dei tanti comizi della nostra destra estrema anti-Macron.
Aspettiamo fiduciosi, quando sarà politicamente utile agli editori di riferimento, un bel reportage contro al perfida Albione e la politica estera  del tg sarà a tutto tondo e finalmente degna dei bei tempi. Quali bei tempi? Indovinate...