Borioni (Cda Rai) dopo l'arresto di Cosimo Lieto: "Troppe nomine inadeguate imposte"

L'autore è coinvolto in una storia di sentenze pilotate: "Torniamo con la mente all'autunno scorso, quando si sono poste le fondamenta dei pessimi risultati di oggi.

Viale Mazzini

Viale Mazzini

globalist 19 ottobre 2019
Ieri la notizia che ha fatto scalpore dell’arresto dell’autore Rai per una storia di sentenze accomodate.
Oggi le riflessioni: “La vicenda di Casimiro Lieto - i cui comportamenti saranno indagati e poi, eventualmente, giudicati dalle autorità preposte - aiuta molti a ricordare quale sia stato il livello del dibattito sulla Rai e sulle nomine di vertici, canali, Tg e tecnostruttura, nei mesi scorsi. Forse la lettura dei quotidiani di oggi che ripercorrono quel singolo caso, deve indurre molti a riportare alla mente l'autunno e l'inverno scorso, quando si sono poste le fondamenta dei pessimi risultati di oggi. In pochissimi ci siamo opposti dentro il CdA per evitare il disastro annunciato grazie a troppe nomine, palesemente inadeguate, imposte dall'esterno dell'azienda e per ragioni che nulla avevano a che fare con la tutela del servizio pubblico e con il rispetto ddei telespettatori".
 Lo afferma sul suo profilo facebook la consigliera d'amministrazione della Rai, Rita Borioni.
"Di fronte a tutto ciò o si cambia subito o, chi quelle decisioni le ha direttamente o indirettamente auspicate, sostenute e, infine, imposte e votate, deve trarre le ovvie conclusioni", conclude Borioni.