La linea sottile tra la vita e la morte: Piazzapulita mostra il dramma degli ospedali lombardi

Un servizio di Alessio Lasta ha mostrato il diario di un rianimatore dell'ospedale di Treviglio, in provincia di Bergamo e ha mostrato la prima linea del pronto soccorso

Il rianimatore dell'ospedale di Treviglio

Il rianimatore dell'ospedale di Treviglio

globalist 19 marzo 2020
Un terribile (ma bellissimo giornalisticamente) servizio preparato da Alessio basta per piazza pulita ha mostrato il dietro le quinte della disperazione e la devastazione portata dal coronavirus.
"Dottore, quanto mi rimane? Rotto il silenzio, rimango io con il mio paziente. Il momento più vero, più solenne".
Così un rianimatore dell'ospedale di Treviglio, in provincia di Bergamo, racconta in un videodiario a Piazzapulita cosa vuol dire fare il medico in prima linea al pronto soccorso e in terapia intensiva. Nelle zone più colpite dal virus medici e infermieri lavorano a ritmi estenuanti, senza poter bere o mangiare per turni interi, perché i dispositivi di protezione sono contati e loro non ne possono sprecare nemmeno uno.