Motomondiale e Formula 1: come stanno andando i campionati

In Formula 1 sembra ormai chiaro il dominio Hamilton, che si appresta a vincere il settimo mondiale in carriera. In MotoGp Dovizioso è in testa, ma la situazione è molto aperta.

Motori

Motori

Globalsport 14 settembre 2020Globalsport
E' stata una domenica di motori, quella di ieri: mentre le vetture di Formula 1 sfrecciavano per la prima volta sul circuito toscano del Mugello, le due ruote sfrecciavano nel circuito di Misano Adriatico, pista di San Marino.
Molto diverso l'andamento tra i due campionati: in Formula 1 sembra non esserci storia neanche per quest'anno, in cui le due Mercedes sembrano fare letteralmente un altro sport.
Hamilton ha vinto anche ieri (dopo il 7° posto della scorsa settimana a Monza), ed è in testa con 189 punti, seguito dal compagno di squadra Bottas che potrà lottare per il secondo posto con Verstappen, a cui manca ancora maturità per poter insidiare il campione inglese.
Dietro di loro il vuoto: le Ferrari restano in una crisi tecnica senza precedenti, con Leclerc ottavo in classifica generale (ieri 9°) e Vettel addirittura scomparso dai radar della Top 10. 
In MotoGp, la situazione è invece di pura anarchia: l'autoesclusione di Marquez (causa infortunio) ha aperto spiragli per la conquista del suo trono.
Se il favorito sembrava essere Quartararo, vincitore delle prime due gare, negli ultimi due gran premi il pilota francese ha conquistato due zeri pesantissimi in ottica mondiale.
Zeri che permettono ad Andrea Dovizioso (ieri 7°) di portarsi in testa al mondiale con 76 punti: dietro di lui undici piloti in 36 punti, tutti pronti a battagliare.
Tra questi pilota troviamo Miller (64 punti), la coppia Yamaha Vinales-Rossi a quota 58 (con Valentino invidiabile per determinazione, ieri 4° a un soffio dal podio) e Morbidelli a quota 57, ieri alla prima vittoria della sua carriera in classe regina, seguito dall'altro italiano Bagnaia e da Mir.
Un Mondiale che premierà chi riuscirà ad essere costante e si giocherà sul filo dei punti e dei piazzamenti.