Palermo, il parroco di San Saverio benedice le nozze lesbiche

Elisabetta e Serenella si uniranno domani ma Padre Cosimo Scordato ha già presentato la coppia in chiesa.

Il parroco che all’inizio della messa ha presentato la coppia alla comunità

Il parroco che all’inizio della messa ha presentato la coppia alla comunità

globalist 6 settembre 2016

Elisabetta e Serenella, domani, a Palermo si uniranno civilmente nel bellissimo giardino di Villa Trabia. Lo faranno davanti al sindaco Leoluca Orlando. Ma la prima emozione “forte e inaspettata” l'hanno raccontata a Gioia Sgarlata di Repubblica. L'hanno vissuta domenica scorsa, a San Saverio, la chiesa dell’Albergheria. Padre Cosimo Scordato, prete che ha speso una vita per il quartiere, all’inizio della messa ha presentato la coppia, annunciando la data della loro unione civile, e chiedendo ai fedeli di “accoglierle nella comunità e di pregare per la loro vita insieme”. Una scelta "che guarda al futuro", dice lui. Una "benedizione" che ha fatto il giro della Rete,  e ripresa dalle telecamere della casa di produzione Stand By Me che segue la coppia dallo scorso 26 agosto per un documentario sulle unioni civili (in onda su Rai 2 nei prossimi mesi). Elisabetta Cina, 49 anni, e Serenella Fiasconaro, 46, abitano vicino a San Saverio ma non sono praticanti. “Qualche giorno fa – racconta Don Cosimo – sono venute da me per chiedermi di benedire gli anelli. La Chiesa non ammette questo sacramento per le coppie omosessuali ma le ho invitate comunque a venire a messa per presentarle alla Comunità, perché la Chiesa deve accogliere tutti”. Sull’altare accanto a Padre Scordato, sono state salutate da un lungo applauso. “Il mio auspicio è che un giorno la chiesa accetti di benedire anche questo le relazioni omosessuali" dice padre Scordato. E annuncia di volere ripetere la formula utilizzata con Elisabetta e Serenella anche per altre coppie gay: "Le cose - dice - si cambiano poco a poco, un passo per volta”. Elisabetta e Serenella si amano da sette anni. “Padre Scordato è stato incredibile - commentano Elisabetta e Serenella  - La sua naturalezza e quella della comunità ci hanno sorpreso”. Nella photogallery di Repubblica le immagini all’interno della chiesa e per le strade del centro storico di Palermo.