Scoppia pacco-bomba a Firenze: poliziotto perde mano e occhio

L'ordigno era sistemato davanti ad una libreria di Casa Pound

Artificieri della Polizia

Artificieri della Polizia

globalist 1 gennaio 2017

A Firenze un artificiere della polizia è rimasto ferito a causa dello scoppio di un ordigno trovato davanti alla sede di una libreria che fa riferimento a Casa Pound.
Una pattuglia della polizia aveva trovato un involucro sospetto davanti al locale in via Leonardo Da Vinci, non lontano dal centro storico. Secondo le prime informazioni, gli artificieri giunti sul posto hanno lavorato all'ispezione o al disinnesco del pacco-bomba e uno è rimasto ferito dall'esplosione. Tutto è accaduto attorno alle 5:30 di oggi. L'artificiere, sottoposto ad un intervento chirurgico, rischia di perdere un occhio e di avere una mano fortemente compromessa. L'ordigno, secondo quanto appreso, era dotato di un timer collegato al pacco-bomba con dei fili elettrici. Sul posto la Digos e gli agenti della scientifica.

L'agente ha perso la mano sinistra e l'occhio destro. Il poliziotto è ricoverato all'ospedale di Careggi, dove è stato sottoposto a un'operazione chirurgica. Sono state avviate "immediate indagini d'intesa con l'autorità giudiziaria".

Il sindaco di Firenze Dario Nardella. "Condanno duramente quanto avvenuto stamattina a Firenze: si tratta di un episodio gravissimo e senza alcuna giustificazione. All'agente ferito va la solidarietà mia e dell'intera città". "I colpevoli devono essere presto assicurati alla giustizia. Firenze - conclude - è città di pace e non è rappresentata da orrori di questo genere".