Stele dedicata ai parà nazisti: annullata l'iniziativa a Cassino

Dopo le polemiche il sindaco della città ha sospeso tutto: L'associazione partigiani era pronta a presentare una denuncia

Cassino stele in memoria dei parà nazisti

Cassino stele in memoria dei parà nazisti

globalist 18 marzo 2018

Le polemiche alla fine sono servite: nessuna inaugurazione per la stele in memoria dei parà tedeschi della seconda guerra mondiale, a Cassino (Frosinone). La cerimonia era stata messa in programma per domenica 18 marzo, ma subito la notizia aveva provocato un vespaio di polemiche.

All'ultimo momento la sospensione, decisa dopo l'appello del sindaco Carlo Maria D'Alessandro, che ha detto: "Qualsiasi iniziativa che possa turbare la memoria e la sensibilità della nostra città va sospesa".
La manifestazione a Cassino - chiamata anche nella Città Martire per il prezzo durissimo pagato durante la seconda guerra mondiale - aveva dato molto fastidio al presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti che aveva espresso «grande stupore e profonda inquietudine» per l’iniziativa. "Sul manifesto appare un paracadute aperto che richiama la prima Divisione che ha operato nella zona", faceva notare il governatore del Lazio.
 "Uno sfregio alla guerra di liberazione" per il presidente dell’Associazione partigiani (Anpi) di Roma. «Coinvolgendo anche l’Anpi nazionale - dice - siamo pronti a fare denuncia»