Rom, Speranza (Leu) denuncia Salvini per istigazione all'odio razziale

Il deputato ha presentato denuncia ai sensi della Legge Mancino. Mentre il sindaco di Napoli De Magistris dice: "II ministro sta violando la Costituzione. Noi siamo già sulle barricate"

Roberto Speranza

Roberto Speranza

globalist 19 giugno 2018

Una denuncia contro Matteo Salvini per istigazione all'odio razziale. È l'iniziativa che, a quanto si apprende, ha deciso di assumere Roberto Speranza (Leu). "Ora basta. Salvini insiste anche oggi con il censimento dei Rom. Per me non bastano più le parole. Per questo ho deciso di denunciare il ministro ai sensi della legge Mancino 654/75", spiega il deputato interpellato al riguardo. 


Sulla vicenda del censimento interviene anche il sindaco di Napoli, de Magistris che dichiara: "La Costituzione non è un optional. Nella Costituzione è scolpito, grazie a chi è morto per combattere il nazismo e il fascismo, che non si può fare l'anagrafe degli immigrati, non si può fare il censimento ai fini di deportazione dei rom. Sui valori della Costituzione Salvini non passerà, se vuole alzare il tiro noi siamo già sulle barricate". De Magistris ha sottolineato che ''le parole di Salvini mi ricordano pensieri e azioni del Novecento. Mi chiedo - ha aggiunto - contro chi sarà il prossimo editto salviniano: ebrei, omosessuali? Salvini - ha evidenziato il sindaco - ha giurato sulla Costituzione e il giuramento è un valore e non una presa in giro. Violare la Costituzione è un crimine''.