La comandante lesbica di Scotland Yard: "Incoraggio a non aver paura della diversità"

Cressida Dick ha parlato alla Bbc: spero di aver potuto favorire una mentalità più aperta rispetto a certi pregiudizi

Cressida Dick

Cressida Dick

globalist 10 febbraio 2019
Una storia di apertura e liberazione dagli oscurantismi:  «Sono un po' diversa» e il mio esempio ha incoraggiato altre persone «che si sentono diverse» a proporsi per essere reclutate nelle file della polizia britannica: lo afferma Cressida Dick, prima donna e prima gay dichiarata alla guida di Scotland Yard, raccontandosi in un programma d'intrattenimento di Bbc Radio 4.
La Dick, che è al vertice della Metropolitan Police di Londra da ormai un paio d'anni, premette di considerare la propria sessualità «una delle cose meno interessanti di me stessa».
Non nega tuttavia che il suo ruolo abbia potuto favorire una mentalità più aperta rispetto a certi pregiudizi. E indurre persone che in passato non si sarebbero mai aspettate di poter essere arruolate a farsi avanti, convinte di avere adesso la chance di «un via libera». «Qualcuno - secondo la comandante - ha sicuramente pensato: 'mi sento diverso, ma posso provarci'».
Quanto al rapporto ancora sbilanciato fra poliziotti uomini e donne nel Regno Unito, l'auspicio di Dick è quello di un graduale riequilibrio: «Nel lungo termine, per arrivare al meglio del meglio, mi piacerebbe un rapporto di 50 a 50. Ma non succederà durante il mio mandato».