L'avviso di Roberto: "Siate pazienti con me, sono un giornalaio autistico"

Roberto aiuta i suoi genitori nell'edicola di famiglia. "Il suo avviso rende i clienti disponibili e propositivi" spiega il padre.

L'annuncio

L'annuncio

globalist 12 febbraio 2019
Davanti all’edicola del quartiere Soccavo a Napoli, è comparso un curioso avviso: "Buongiorno, mi chiamo Roberto e sono il vostro giornalaio. Ho l’autismo, vi chiedo di essere pazienti".
Il giornalaio Roberto è un ragazzo autistico di vent’anni, che da un mese aiuta i genitori nell'edicola di famiglia. Roberto soffre di un autismo relazionale, quindi chi lo vede non sospetterebbe mai delle sue difficoltà.
Oltre al cartello con le presentazioni, la famiglia di Roberto ha deciso di aggiungere anche un foglio che suggerisce le parole con le quali approcciarsi a questo speciale edicolante. I clienti che leggono l’avviso, spiega il padre di Roberto, sono sempre molto disponibili e propositivi.
I genitori sperano che il lavoro possa servire a Roberto per conquistarsi una sua autonomia. Gli stessi specialisti che seguono il ragazzo hanno sostenuto il progetto portato avanti dalla famiglia. Ma questa edicola può anche essere un esempio per la comunità: “Spero che serva a far capire alle persone che vivere insieme si può, basta predisporsi all’ascolto” chiarisce il padre di Roberto a Il Mattino.