Scandalo sanità: si è dimessa la presidente Pd dell'Umbria Marini

L'esponente politica è indagata nell'inchiesta della procura di Perugia su alcuni concorsi per assunzioni che sarebbero stati pilotati all'ospedale del capoluogo umbro.

Catiuscia Marini

Catiuscia Marini

globalist 16 aprile 2019

L'onda della polemica è stata troppo vasta e, al di là dell'aspetto giudiziario, le responsabilità politiche sono risultate evidenti: si è dimessa la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini (Pd).

L'annuncio è arrivato oggi pomeriggio al termine di una lunga riunione nel palazzo che ospita la sede della Giunta, nel centro di Perugia. Marini è indagata nell'inchiesta della procura di Perugia su alcuni concorsi per assunzioni che sarebbero stati pilotati all'ospedale del capoluogo umbro.

Le dimissioni sono state comunicate con una lettera inviata alla presidente dell'Assemblea Legislativa, Donatella Porzi. Marini le ha comunicate ai sensi dell'art.64, comma 3, dello Statuto regionale.

La ormai ex presidente si difende

"Sono una persona perbene, ho sempre rispettato regole e trasparenza", ha detto Catiuscia Marini

Il ringraziamento di Zingaretti: ha messo al primo posto il bene della regione

La presidente dell'Umbria Catiuscia Marini si dimette e il segretario Pd Nicola Zingaretti la ringrazia subito pubblicamente. "Voglio ringraziare Catiuscia Marini, che con le sue dimissioni ha scelto di mettere al primo posto il bene della sua Regione".
Afferma Zingaretti: "Catiuscia, in questi anni è stata al servizio delle istituzioni e dell`interesse generale e ha garantito all`Umbria sviluppo e qualità della vita e dei servizi. E`stata una guida apprezzata per i suoi territori e benvoluta dalla sua comunità".


Conclde il segretario Pd: "Ora, sebbene in presenza di un'indagine che è ancora allo stato preliminare, ha scelto con responsabilità di fare un passo indietro proprio allo scopo di evitare imbarazzi e strumentalizzazioni per la sua Umbria. Da garantisti, aspetteremo che la giustizia faccia il suo corso prima di emettere giudizi definitivi. Spero lo facciano tutti".