Caso Comi, una tesi sulla torrefazione del caffè per giustificare la tangente; l'autore: "non sapevo nulla"

Come riporta Business Insider, la tesi appartiene al dott. Antonio Apuzza, che non sa nulla dell faccenda, tanto che la sua tesi è scaricabile online dal 2015 gratuitamente

Il profilo linkedin di Antonio Apuzza

Il profilo linkedin di Antonio Apuzza

globalist 15 maggio 2019

Secondo quanto riportato da Business Insider, la tesi di laurea utilizzata dalla società di consulenza Omr holding di Lara Comi per giustificare una tangente di 31mila euro per la quale la parlamentare di Forza Italia risulta ora indagata appartiene al dott. Antonio Apuzza, key account di Colgate Italia.
Apuzza, che è stato contattato proprio da Business Insider, non era assolutamente al corrente di nulla, visto anche il fatto che la sua tesi, dal titolo "Made in Italy: un brand da valorizzare e da internazionalizzare per aumentare la competitività delle piccole aziende di torrefazione di caffè", era molto piaciuta al relatore dell'Università Luiss di Roma Pierpaolo D'Urso, che aveva chiesto ad Apuzza di poterla pubblicare. Da allora, precisamente dal 2015, la tesi di Apuzza è disponibuile gratuitamente online. 
Secondo i magistrati, la tesi del dott. Apuzza è stata utilizzata per giustificare formalmente la consulenza per la quale Lara Comi risulta ora indagata.