Chiesto il processo per droga per il carabiniere Casamassima, teste chiave nel caso Cucchi

Il militare è accusato di detenzione a fine di spaccio di cocaina

Casamassima

Casamassima

globalist 15 maggio 2019

Guai giudiziari in vista per l’appuntato Riccardo Casamassima, il carabiniere che nel 2016 ha fatto riaprire il caso di Stefano Cucchi con le sue dichiarazioni sul pestaggio subito in caserma dal geometra la notte del suo arresto nell’ottobre del 2009.


La Procura di Roma ha chiesto per lui il rinvio a giudizio per il reato di detenzione di droga a fini di spaccio. Il pm Giuseppe Bianco ha sollecitato il processo anche per altre quattro persone tra cui Maria Rosati, compagna di Casamassima e anche lei appuntato dei carabinieri.


Nel capo di imputazione si afferma che Casamassima e la compagna “in concorso tra loro, detenevano nella loro casa a Roma quantitativi non determinati di sostanza stupefacente di tipo cocaina”.