Orlando: "A Palermo un nuovo umanesimo mentre alimentano le paure"

Il sindaco rivendica la distanza con gli attuali governanti: "Con i migranti sta mettendo in atto la sua propensione alla tolleranza e all'accoglienza"

Leoluca Orlando

Leoluca Orlando

globalist 6 giugno 2019
Odio contro amore, guerra contro pace, egoismo verso solidarietà: "Palermo sta vivendo un nuovo umanesimo. Con i migranti sta mettendo in atto la sua propensione alla tolleranza e all'accoglienza".
Il sindaco Leoluca Orlando ha rivendicato un'attenzione verso il dramma delle migrazioni che si pone, ha detto, in una prospettiva opposta a quella del ministro Matteo Salvini.
"Una volta - ha detto in una tavola rotonda che ha aperto la rassegna di Una marina di libri - avevamo paura della mafia mentre il mosto impianto educativo ci portava ad avere cura dei deboli e dei diversi. Oggi c’è la tendenza paradossale ad alimentare invece la paura verso i disperati. C’è una inversione dei canoni che sta trasformando i fondamentali del diritto".