Adam e Rami, riconosciuta la cittadinanza italiana ai due piccoli eroi dello scuolabus

I due erano riusciti a salvare i loro compagni di scuola dall'attentato terroristico di Ousseynou Sy lo scorso 20 marzo

Adam e Rami

Adam e Rami

globalist 11 giugno 2019
Adam e Rami, i due ragazzini eroi che hanno salvato i loro compagni durante il dirottamento del bus scolastico da parte di Ousseynou Sy, un uomo senegalese di 46 anni, hanno ricevuto la cittadinanza italiana su proposta di Matteo Salvini e dietro delibera del Consiglio dei Ministri. 
La storia risale al 20 marzo, quando Sy ha provato a dirottare un bus con a bordo gli studenti della scuola media Vailati di Crema, intimando a tutti di non disobbedire e minacciando di dare fuoco al mezzo. Ma Rami, prendendo il telefono, ha fatto finta di pregare in arabo e nel frattempo è riuscito a fare una chiamata. Quando il telefono gli è caduto è stato Adam a raccoglierlo e i due, insieme, sono riusciti ad avvisare le forze dell'ordine che hanno inseguito il mezzo, lo hanno speronato e hanno salvato la scolaresca. 
Una carneficina evitata (gli studenti a bordo erano 50) grazie alla prontezza dei due giovani eroi.