I Verdi contro il decreto sicurezza bis: "esposto alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo".

Una nota di Elena Grandi e Angelo Bonelli: "un decreto che è già stato bocciato dall'Onu, che va contro i diritti fondamentali sanciti dalla Costituzione"

Migranti in mare

Migranti in mare

globalist 11 giugno 2019
Rischi per il rispetto dei diritti umani, arbitrarietà nelle decisioni, stretta per chi aiuta i migranti e salva vite umane.
La Turchia di Erdogan? No. L’Italia reazionaria in mano alla destra estrema e ai suoi camerieri populisti.
"Alla fine il Parlamento ha approvato il Decreto sicurezza Bis, mettendo fine alla pantomima di Di Maio che, anche questa volta, ha ubbidito agli ordini del vero Premier della maggioranza giallo-nera: Matteo Salvini".
Lo scrivono in una nota Elena Grandi, co-portavoce dei Verdi e Angelo Bonelli, coordinatore dell'esecutivo, che spiegano: "Oggi il Governo si è preso la responsabilità di approvare un decreto che è già stato bocciato dall'Onu, che va contro i diritti fondamentali sanciti dalla Costituzione e la normativa internazionale sui rifugiati e sui diritti umani, un decreto, a tutti gli effetti incostituzionale. Noi ci opporremo con tutte le nostre forze a questa norma, che riduce il diritto di manifestare e il diritto sacrosanto di salvare vite umane in mare, e lo faremo anche con un esposto alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo".