Pride a Bologna, provocazione omofoba dei fascisti di Forza Nuova

Striscioni pieni di livore ai giardini Margherita, luogo di ritrovo della manifestazione Lgtb

Lo striscione omofobo dei fascisti di Forza Nuova a Bologna

Lo striscione omofobo dei fascisti di Forza Nuova a Bologna

globalist 22 giugno 2019

L’ennesima vergogna di un’organizzazione che dovrebbe essere sciolta da tempo e che invece continua a inquinare la democrazia e a fare da braccio violento dei nuovi reazionari al potere che si tengono cari i fascisti.
A Bologna sono appari striscioni fascisti contro il Pride firmati Forza Nuova.
 "A chi piace il culatello? A noi": una delle scritte trovate questa mattina ai Giardini Margherita di Bologna da dove parte nel pomeriggio il corteo del Pride.
Una provocazione omofoba. E i fascisti restano impuniti.