A Bologna messa di Natale alla stazione per migranti e senza tetto

Il cardinale Matteo Zuppi ha celebrato nella veglia nel piano sotterraneo e oggi è andato nel carcere della Dozza

L'arcivescovo di Bologna Matteo Maria Zuppi

L'arcivescovo di Bologna Matteo Maria Zuppi

globalist 25 dicembre 2019

Un arcivescovo storicamente attento ai bisogno degli ultimi e dei diseredati; l'atrio della stazione alta velocità e il carcere della Dozza. Sono i due luoghi scelti dal vescovo di Bologna, il cardinale Matteo Zuppi, per le celebrazioni natalizie.

Ieri sera, prima della messa di mezzanotte in Cattedrale, moltissime persone hanno partecipato alla celebrazione al piano sotterraneo della stazione.


Un appuntamento ormai diventato tradizionale, rivolto in particolare a migranti e senza dimora, ma che con il passare degli anni ha richiamato un numero sempre maggiore di fedeli.
 In mattinata, invece, per la prima celebrazione del giorno di Natale, Zuppi ha scelto, come ogni anno, il carcere bolognese della Dozza. Alle 17.30, la Messa di Natale nella Cattedrale di San Pietro.