A Palermo in cattedrale il piccolo Gesù è nero

Il Bambinello è stato portato sino alla postazione dell’arcivescovo Lorefice, che l'ha preso in braccio, lo ha mostrato ai fedeli che riempivano la cattedrale

Bambin Gesù

Bambin Gesù

globalist 25 dicembre 2019
È l'iniziativa dell'arcivescovo Corrado Lorefice nel segno dell'accoglienza ai migranti. Lo racconta Francesco Palazzo su Repubblica. La sorpresa nel corso della messa di Natale celebrata a mezzanotte dal presule nel duomo arabo-normanno della città, che ospita anche le spoglie di don Pino Puglisi, il parroco di Brancaccio ucciso dalla mafia e proclamato beato.
Dal corridoio centrale, procedendo silenziosamente verso l’altare, si è fatta avanti una piccola processione di otto bambini e bambine vestiti di bianco e di blu, sei italiani e due stranieri, che portavano candele e composizioni floreali. Dietro di loro un uomo italiano e una donna di colore reggevano e mostravano una statuetta di Gesù di carnagione nera.
Il Bambinello è stato portato sino alla postazione dell’arcivescovo Lorefice, che l'ha preso in braccio, lo ha mostrato ai fedeli che riempivano la cattedrale, lo ha baciato e poi lo ha consegnato a uno dei sacerdoti concelebranti, che guidando lo stesso piccolo corteo iniziale, lo ha deposto vicino all'altare.
I bambini hanno posato le luci e le corone natalizie nei pressi del piccolo Gesù appena nato e proveniente simbolicamente dall’altra parte del Mediterraneo. Ai piedi del Bambino è stato posto il libro del Vangelo, aperto alla pagina che annuncia la nascita di Gesù in una mangiatoia.
A più riprese, negli ultimi anni, l'arcivescovo di Palermo ha posto l'accento sui temi dell'accoglienza e dell'apertura ai migranti, che in Sicilia trovano spesso il primo approdo. Fra le iniziative più significative, l'ospitalità data a una donna migrante, col suo bambino, nei locali della Curia.
Lorefice ha anche più volte accolto, sui moli del porto, le navi che portavano a Palermo centinaia di migranti soccorsi in mare. Significativa la dedica che stilò, in un libro di papa Francesco donato a Luca Casarini, capo della missione di "Mare Jonio", la nave del progetto Mediterranea che più volte ha recuperato migranti naufraghi nel Canale di Sicilia: "Sono con voi".