Conte sbeffeggia Salvini: "I citofonatori sono rimasti a casa"

Ospite a Otto e Mezzo, il premier ha dichiarato: "Salvini ha personalizzato il voto ed è stata una sua sconfitta personale"

Giuseppe Conte

Giuseppe Conte

globalist 27 gennaio 2020
Ospite a Otto e Mezzo, dove ha già registrato il suo intervento, il premier Giuseppe Conte non ha nascosto la soddisfazione per la sconfitta di Salvini in Emilia Romagna: "Oggi i citofonatori sono rimasti a casa. Salvini ha personalizzato il voto ed è stata una sua sconfitta personale. Dice che sono nervoso? Lui è come quei calciatori che insultano e poi si buttano a terra". 
Riguardo poi l'implosione evidente del M5s proprio nella regione dove, dieci anni fa, si era tenuto il primo V-Day, il Premier ha detto: "Non mi preoccupa la parabola dei M5s, non hanno mai brillato a livello territoriale, è un movimento che non ha una solida base organizzativa territoriale. Hanno una fase di transizione, aspettiamo a valutarlo: credo che a marzo avremo un M5s rigenerato con nuova energia, entusiasmo e linfa politica".