L'affondo di Zingaretti: "Basta con i decreti Salvini, sono solo il prodotto dell'odio"

Il segretario democratico contro le linee guide della sicuerezza volute dal governo gialloverde: "Non hanno prodotto e auspico che in fretta il governo volti pagina su questo"

Il segretario del Pd, Nicola Zingaretti

Il segretario del Pd, Nicola Zingaretti

globalist 6 febbraio 2020
Parole nette e ora c’è da capire quale sarà la reazione dell’anima nera dei grillini (Di Maio, Toninelli e altri) che sui decreti sicurezza erano perfino più a destra della Lega, visto che nei loro calcolucci (errati) pensavano che bastonando metaforicamente gli immigrati si guadagnavano consensi.
Ma così non è
I decreti sicurezza di Salvini "sono i decreti dell'odio, non hanno prodotto nulla in termini di sicurezza" e auspico che "in fretta il governo volti pagina su questo".
Così Nicola Zingaretti, segretario del Pd, parlando a 'Circo Massimo' su Radio Capital.
Ha aggiunto poi il segretario democratico: "Mi sembrerebbe impossibile pensare a nuove maggioranze, faccio appello agli alleati perché in tempi brevi si diano segnali al Paese. La sconfitta di Salvini in Emilia è quella di un modello di rapportarsi al Paese, di sostituire la ragione, il lavoro, con la cultura dell'odio. E' stata incredibilmente sottovalutata. Una maggioranza che si rispetti dovrebbe rispondere con un colpo di reni, ora. E' l'unica missione che vedo nelle prossime ore".