Le Sardine pugliesi 'marcano' Salvini: programmato un flash mob anche a Lecce

Il movimento ha aggiunto un'iniziativa nel Salento dopo aver programmato Taranto. E hanno lanciato una appello alle forze politiche: alternativa progressista per battere sovranismo e populismo

Sardine a Milano

Sardine a Milano

globalist 7 febbraio 2020

In crisi? Proprio no: le Sardine inseguono Salvini in Puglia alle prese con le elezioni regionali e aggiungono la tappa di Lecce all'appuntamento del 19 febbraio, inizialmente previsto solo a Taranto.

Secondo le Sardine di Puglia, il leader leghista Matteo Salvini potrebbe infatti essere a Lecce il 19: per quella data il suo partito lo prevede nella regione ma senza confermare il luogo preciso.
E' in questo contesto, e anche esortando il centrosinistra all'unità, che le Sardine di Puglia diffondono una nota, "un appello alla responsabilità di tutte le forze della sinistra presenti in Regione a lavorare per il bene comune, in grado di offrire un'alternativa progressista al sovranismo e al populismo", "stanchi di lotte intestine, fughe in avanti, personalismi": "La Puglia è più importante, dobbiamo essere uniti".


"Il 19 febbraio scenderemo in piazza a Lecce", prosegue la nota: "Lo faremo in occasione della visita del segretario della Lega a Lecce, non sarà una manifestazione contro ma per la coerenza e la dignità del meridione".
Le Sardine confermano la tappa di Taranto, ma trasformata nella 'raccolta del testimone' della staffetta in arrivo da Napoli, dove una iniziativa del loro viaggio nazionale a Sud è in programma il 18 febbraio: l'appuntamento a Taranto del 19 è intorno alle 10.30 con i pescatori alla Discesa del Vasto nella città vecchia, con il leader Mattia Santori e, forse, con gli operai della Whirlpool di Napoli. Poi, il trasferimento a Lecce, dove Santori è atteso anche in piazza Sant'Oronzo alle 18.30.