Un fascista presidente Atc Piemonte, insorge la sinistra: "Inaccettabile"

Il Pd si scaglia contro la designazione di Luigi Songa che neo suoi uffici espone simboli del fascismo e di Mussolini

Luigi Songa

Luigi Songa

globalist 8 febbraio 2020

Fa discutere la nomina all’Atc Piemonte Nord di Luigi Songa come presidente. Songa infatti non farebbe nulla per nascondere le sue simpatie fasciste.


A segnalare il fatto è Maurizio Marello, consigliere regionale del Pd ed ex sindaco di Alba: “Questa nomina – ha affermato Marello - è inaccettabile per il Piemonte, medaglia d'oro al merito civile, e per me che sono stato sindaco di Alba, città medaglia d'oro al valor militare per la lotta partigiana. Luigi Songa – ha proseguito - avrebbe esposto in bella mostra negli uffici dell'Agenzia di Novara e Gravellona Toce libri e simboli che rimandano al fascismo come volumi di storia del fascismo, testi e gadget su Mussolini e il Ventennio".


Marello si è poi rivolto al presidente della Regione Alberto Cirio per la rimozione del dirigente: “Il presidente – ha concluso - intervenga come ha già chiesto anche dal Pd della Provincia di Novara, per rimuovere dall'incarico Songa, che oggi in un'intervista ha orgogliosamente rivendicato di essere fascista".