La stoccata di Saviano: "Salvini pensava di difendere i confini italiani da 131 naufraghi disperati?"

Lo scrittore casertano non risparmia critiche al leader della Lega, che ha affermato di aver fatto il suo dovere in merito alla vicenda della Gregoretti.

Saviano

Saviano

globalist 12 febbraio 2020

Da sempre schierato contro le politiche sovraniste portate avanti da Matteo Salvini, Roberto Saviano ha voluto esprimere il suo parere in merito al caso Gregoretti, per cui oggi il Senato ha votato l’autorizzazione a procedere nei confronti del leader leghista.


Sul suo account Twitter lo scrittore casertano ha posto, nel commentare la parole di Salvini che aveva affermato di aver difeso i confini italiani, una domanda retorica: “131 persone salvate nel Mediterraneo dalla Gregoretti, nave della Marina militare: davvero Salvini credeva, chiudendo i porti, di stare difendendo i confini italiani?"
L'autore di "Gomorra" ha poi sul punto, rincarato la dose nel medesimo post con un'altra domanda retorica: "E poi da cosa, da una nave della Marina militare italiana con a bordo non uomini armati, ma naufraghi disperati?"