Il ministro Speranza contro Renzi: "Abbassare la guardia adesso vanificherebbe gli sforzi"

Il responsabile della salute scettico sulle dichiarazioni di Renzi: "Siamo ancora nel pieno dell'epidemia. Non perdiamo la testa

Il ministro della Salute, Roberto Speranza

Il ministro della Salute, Roberto Speranza

globalist 29 marzo 2020
Lo hanno detto tutti: abbassare la guardia adesso significherebbe fa ripartire nuovi focolai e, come ha insegnato la vicenda di Codogno, la diffusione del virus potrebbe ricominciare da capo.
 "Siamo ancora nel pieno dell'epidemia. Non perdiamo la testa. Sarebbe un grave errore abbassare la guardia proprio adesso. Si finirebbe per vanificare tutti gli sforzi che abbiamo fatto fino a oggi per contenere la diffusione dell'epidemia".
Così il ministro della Salute, Roberto Speranza.
Servono "tempo e gradualità", avverte il ministro, dopo le dichiarazioni di Matteo Renzi, che suggerisce una ripresa delle attività, "siamo ancora nel pieno della crisi" e "non ancora al cambio di fase". I contagi "aumentano con minore intensità rispetto al passato" ma "sono i primi segnali, dobbiamo tenere alta l'attenzione e non accontentarci, perché sono giorni cruciali".