Positivo al Covid-19 un impiegato dell'ex Ilva di Taranto

Ora si dovrà sottoporre al test anche chi ha avuto contatti con l’operaio negli ultimi giorni, compresi i colleghi di lavoro.

Ex Ilva

Ex Ilva

globalist 29 marzo 2020

Un operaio dello stabilimento ex Ilva di Taranto (ora Arcelor-Mittal) è risultato positivo al Coronavirus. L'operaio era addetto agli impinato di ossigeno (reparto Pgt), ed è stato colto da un malore venerdì notte, mentre era in servizio: febbre alta e problemi respiratori. 

Riaccompagnato a casa, è stato sottoposto a tampone, che ha dato esito positivo.


Ora si dovrà sottoporre al test anche chi ha avuto contatti con l’operaio negli ultimi giorni, compresi i colleghi di lavoro. L’azienda già ieri ha proceduto a sanificare l’edificio, predisponendo il protocollo Covid.


I sindacati da tempo evidenziano la necessità di "contenere al minimo tecnico gli impianti riducendo la presenza di dipendenti diretti e dell’appalto all’interno dello stabilimento". Il prefetto di Taranto Demetrio Martino l’altro ieri ha firmato un decreto che dispone la sospensione dell’attività produttiva ai fini commerciali fino al 3 aprile, ma consente l’impiego di 3.500 lavoratori diretti e 2.000 dell’appalto nelle 24 ore