Solo la metà dei negozi vende le mascherine a prezzo calmierato, quasi introvabili i guanti

Una rilevazione del Centro studi nazionale Ircaf realizzata tra farmacie e supermercati di venti città capoluogo di regione.

Farmacia

Farmacia

globalist 22 maggio 2020

Speculazione, disorganizzazione e uno Stato che non riesce nemmeno una volta a fare un'operazione senza essere succube del 'mercato'.


Meno di un negozio su due vende le mascherine chirurgiche a prezzo calmierato, mentre i guanti di lattice sono quasi introvabili nonostante sia obbligatorio indossarli nei punti vendita.


E' il risultato di un'indagine del Centro studi nazionale Ircaf realizzata tra farmacie e supermercati di venti città capoluogo di regione.


Lo stesso studio ha quantificato la spesa media delle famiglie per acquistare i dispositivi di protezione: 75 euro al mese. 
Mascherine nel 61% dei negozi - Secondo la ricerca inoltre, a prescindere dal prezzo, le mascherine chirurgiche monouso o usa e getta sono difficili da trovare: sono disponibili solo nel 61% dei negozi. Il 16% è in vendita al prezzo medio nazionale di 1,29 euro (tre settimane fa eravamo a 1,59), mentre il 45% costa 0,61 euro. Nelle farmacie le mascherine a prezzo controllato sono solo nel 53% del campione, una su due, e solamente in un supernercato su tre, "segno che l'approvvigionamento attuale non soddisfa ancora pienamente la domanda crescente". 
 Guanti introvabili - "Sconfortante", dicono gli autori del report, il dato relativo ai guanti di lattice: sono reperibili solo nel 15% dei negozi (15% delle farmacie e 12% dei supermercati) a un prezzo medio di 0,57 euro al paio. L'analisi dei dati mostra però  forti differenze, da 0,89 euro delle farmacie a 0,42 dei supermercati.