Irene Pivetti: "Ora le mascherine le vendo all'estero, l'Italia è un groviglio burocratico"

L'ex presidente della Camera: "Quelle stesse mascherine che vanno bene all'estero andrebbero bene anche in Italia se le importasse qualcuno che non si chiama Pivetti".

Irene Pivetti

Irene Pivetti

globalist 5 giugno 2020
Irene Pivetti torna a parlare dello scandalo delle mascherine che l'ha riguardata in questi mesi: in un'intervista a Telelombardia l'ex presidente della Camera, ora imprenditrice, ha dichiarato: "No, non importo più mascherine in Italia, non ci riesco perché tanto me le bloccano tutte, non importa quanto perfette siano, me le bloccano con un pretesto o con l'altro. Io in realtà in Cina ho 15 milioni di mascherine già pagate, ora le sto vendendo all'estero, in altri Paesi Europei che ne hanno bisogno".
"Queste mascherine sono a posto e negli altri Paesi non me le hanno sequestrate. Il groviglio burocratico è qua in Italia - ha affermato Irene Pivetti rispondendo alle domande del giornalista Marco Oliva - Quelle stesse mascherine che vanno bene all'estero andrebbero bene anche in Italia se le importasse qualcuno che non si chiama Pivetti".