Bullizzata da un gruppo di ragazzini perché obesa: una 12enne ha una sincope e finisce in ospedale

I presunti haters - un 14enne e una 13enne - avrebbero attaccato anche la mamma della ragazza, che aveva difeso la figlia rivolgendosi a uno dei genitori

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

globalist 23 giugno 2020
Denigrata e "stalkerizzata" da due "pseudo amici" con foto "imbarazzanti" e minacce sui social, anche di morte, per i suoi chili di troppo. E' la storia di una studentessa 12enne napoletana, vittima di una persecuzione su Instagram e finita in ospedale a causa di una sincope. I presunti haters - un 14enne e una 13enne - avrebbero attaccato anche la mamma della ragazza, che aveva cercato di difendere la figlia rivolgendosi a uno dei genitori dei due "bulli". 
Dopo avere raccolto il grido d'allarme della figlia, la madre della 12enne bullizzata dagli amici haters a Napoli si è rivolta a uno dei genitori dei due bulli. I ragazzini, invece di intimorirsi, hanno risposto prendendola di mira. E sono alquanto eloquenti le conversazioni via chat che la donna ha consegnato agli investigatori. "Attenta che stiamo organizzando una vattuta (pestaggio, ndr) a L... più continui più la pestiamo...". Raccapricciante la chiosa del messaggio indirizzato alla professionista 50enne: "...dimostra un po' di affetto per tua figlia... Stronza si vede proprio che volevi abortirla...".