Padre Sorge: "I decreti sicurezza sono impregnati di razzismo, vanno abrogati"

Il gesuita più odiato dai fascio-sovranisti: "Sono in sé sbagliati (Mattarella), irragionevoli, irrazionali e incostituzionali (la Consulta). Che altro ci vuole per abrogarli?"

Bartolomeo Sorge

Bartolomeo Sorge

globalist 10 luglio 2020

Lui è il gesuita più odiato dai fascio-sovranisti che spesso e volentieri lo hanno insultato.
E anche adesso ha detto parole scomode: Padre Bartolomeo Sorge scende in campo per chiedere l'abrogazione dei decreti sicurezza, ricordando gli autorevoli rilievi mossi dal Capo dello Stato è dalla Consulta.

"I decreti sicurezza sono impregnati di cultura razzista, in sé sbagliati (Mattarella), irragionevoli, irrazionali e incostituzionali (la Consulta). Che altro ci vuole per abrogarli?", sottolinea il gesuita sui social.