Zangrillo ammette: "Se Berlusconi avesse avuto il Covid a marzo sarebbe morto"

Lo dice il medico curante di Berlusconi, ospite a Piazzapulita: "Io non ho mai detto che il virus non c'è più, sto dicendo che ora il virus si comporta in modo diverso". 

Alberto Zangrillo

Alberto Zangrillo

globalist 10 settembre 2020
"La carica virale del tampone nasofaringeo di Berlusconi era talmente elevata che a marzo-aprile non avrebbe avuto l'esito che fortunatamente ha ora. L'avrebbe ucciso? Assolutamente sì. Molto probabilmente sì e lui lo sa". 
Lo dice Alberto Zangrillo ospite a Piazzapulita, parlando della situazione di Silvio Berlusconi: "Non sto esagerando, sto rimanendo aderente alla realtà. Io non ho mai detto che il virus non c'è più, sto dicendo che ora il virus si comporta in modo diverso".