Il comune di Cintano revoca la cittadinanza a Mussolini e la dà a Liliana Segre

Il piccolo Comune del Canavese, ha convocato per il 31 ottobre una seduta di Consiglio Comunale: "No assoluto a qualunque forma di odio e di discriminazione razziale"

Liliana Segre

Liliana Segre

globalist 17 ottobre 2020
Un dittatore, un criminale di guerra: l’uomo che ha portato allo sfacelo morale e materiale l’Italia: l'amministrazione comunale di Cintano, piccolo Comune del Canavese, ha convocato per il 31 ottobre una seduta di Consiglio Comunale in cui si procederà alla revoca della cittadinanza onoraria conferita, in data 11 maggio 1924, a Benito Mussolini ed al conferimento della cittadinanza onoraria alla Senatrice a Vita Liliana Segre e a Samuel Modiano.
"L'iniziativa viene assunta per ribadire in maniera determinata il no assoluto a qualunque forma di odio e di discriminazione razziale e per far sì che, da parte delle future generazioni, la shoah non venga mai dimenticata", spiega il sindaco Daniele Contini.
La seduta sarà trasmessa anche via internet.
Un bel segnale in tempi nel quale l’eccessivo sdoganamento del fascismo ha portato l’estrema destra verso politiche più sfacciate, fino al ricordo della Marcia su Roma.